Opinioni in Corso's Blog

Turbinio di Pensieri Scomposti

Premio William Sharp: il certamen dei Nebrodi

Sharp-portrait-218x300

Giunto oramai alla sua quinta edizione, il premio William Sharp si è creato una posizione stabile e precisa nell’ambito della celebrazione di un grande scrittore amante dei Nebrodi.

Una gara di traduzione che coinvolge studenti universitari e studenti delle superiori, che si cimentano nel tradurre, a loro scelta, una fra le tante poesie scritte da Sharp. Promosso dalla pro loco di Maniace, e sotto la supervisione dell’Università degli di Catania, il premio rappresenta, oltre alla utile somma in denaro, la conclamazione di una certa notorietà.

William Sharp (cui è dedicato un ricco sito di approfondimento, The William Sharp “Fiona Macleod” Archive, sponsorizzato dall’Istitute of English Studies dell’Università di Londra), scozzese di nascita e cosmopolita per scelta, si può considerare una delle figure letterarie più apprezzabili dell’Età Vittoriana. I lunghi soggiorni all’estero (tra cui l’Italia e in particolare la Sicilia, grazie all’amore che il duca Alexander Nelson – Hood nutriva nel circondarsi di letterati e poeti dell’epoca – Sharp fu ospite gradito in più occasioni e in una di queste, quasi scherzosamente fu autore del testo di una canzone “Buon Riposo”, ad opera di tale Maude Valérie White, eccentrica compositrice che la dedicò al Duca che tanto amava ripetere questa espressione); il matrimonio con la cugina (essa stessa una bright girl di cui si innamorò durante il soggiorno romano del 1890 e che lo seguì sino a Maniace) e quella particolare tendenza ad una produzione di liriche mistiche così vicina a quelle del suo personaggio – pseudonimo Fiona Macleod, sono tutti elementi che, in qualche modo, ci permettono di annoverarlo tra i grandi poeti della sua epoca, che egli anticipò attraverso un’apertura e una sensibilità verso “gli umori mutevoli e alle nuove idee dell’epoca più turbolenta e fertile”. Morì nella ducea il 12 dicembre 1905 e fu sepolto nell’adiacente cimitero ducale. L’opera che maggiormente riflette il suo soggiorno in territorio siculo è Through Nelson’s Duchy nella quale la cornice bucolica della residenza Nelson diviene protagonista attraverso un resoconto storico sul castello, le proprietà e i meravigliosi scorci paesaggistici di cui si poteva godere, terra di popolazioni e culture che nei secoli l’hanno resa grande.

La_gran_Croce-1024x768

Il concorso è dunque un riconoscimento a quello fu, per la città di Maniace e non solo, un periodo aureo in cui il territorio ospitò nomi importanti di grandi letterati. In occasione del centenario della morte del poeta (1905 – 2005) è stata indetta la prima edizione del concorso, oltre alla partecipazione da parte di una delegazione ai festeggiamenti nella città di Paisley in Scozia. Oggi il premio William Sharp gode di una nomea importante nell’ampio panorama dei simposi letterari grazie anche al grande sforzo organizzativo della instancabile pro loco maniacese, che tanto ha investito in questa manifestazione. I termini per la partecipazione al concorso scadono il 30 novembre. La premiazione avverrà l’11 dicembre presso la ducea Nelson, prevista la presenza di un poeta serbo.

Gaetano Barbagallo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s