Opinioni in Corso's Blog

Turbinio di Pensieri Scomposti

Sputtana il prof – Comix

Leave a comment


Nota del prof sul registro

Sputtana il prof – Comix.

Divertenti, esilaranti talvolta, e comunque oggetto di scherno. Oggi le note, richiami o come le si voglia chiamare, non assumono più quel carattere di ammonizione di fronte al quale solo la vergogna e l’umiliazione sono gli unici sentimenti ammissibili. Ci si vanta della nota più lunga o nella quale sono raccolti il maggior numero di termini (ahimè ai più, sconosciuti) accusatori verso ciò che si è fatto. E poi diventano oggetto da pubblicizzare. Il vessillo di un’azione della quale andare fieri. Ma che dire se si verificasse l’inversione di tendenza? Se fossero i prof, e credetemi ne avrebbero di materiale, a rendere pubbliche le varie castronerie che giornalmente sentono in classe? In alcuni casi, questo accade, anzi sono gli stessi discenti che vantano la propria ignoranza. Legalmente però è tutto un altro paio di maniche. Mi sono sempre chiesto cosa fare di tutte quelle frasi che negli anni ho raccolto sulla mia agenda, ridendo, se non apertamente, sulle “disgrazie” letterarie dei miei alunni. Nulla, solo dei ricordi. Meglio, lacune su cui lavorare. Provando e riprovando ad inculcare (è d’obbligo) la corretta pronuncia delle sdrucciole o l’esatta sequenza nell’analisi del periodo per sentirmi poi dire “Ma noi LO vogliamo bene lo stesso, prof!

Ricordo ancora l’ultima interrogazione da cui, in sequenza disordinata, cito “La patata è sostanziale” – “Il capitalismo è lo sviluppo delle capitali” – “Gli Estensi sono quelli che abitano a Est” – “Saba, uomo fra gli uomini significa che non deve stare con le donne” – “La rima inclinata” – “La metaformosi” – la chicca delle chicche ” Il Presidente della Francia è Shrek” (all’epoca era Chirac). Molto divertenti lo ammetto, ma con amarezza. Mi chiedo perchè coloro che invece studiano e dimostrano in classe e nella vita di aver capito qualcosa, di aver metabolizzato gli insegnamenti, stanno in penombra, dall’altra parte del palcoscenico, ignari che l’effimero protagonismo dei vanitosi è nulla dinanzi alla gloria nella storia scolastica. Da grandi forse lo capiranno.

In Bocca al lupo e Ad Maiora.

Advertisements

Author: Opinioni in corso

Dissertatore Presenzialista. Docente di Lettere e Media victim. Appassionato di social web e blogging.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s